Nomadi per vocazione

<blockquote>Citazioni libere e scelte fra libri spontaneamente incontrati</blockquote>

C.L. Candiani

Inchinarsi fa bene alla terra.

Il primo passo è accorgersi e chiedere asilo a un luogo, non più sicuro, ma più protetto. Questo luogo più che un luogo è una Via. Ci rifugiamo in una Via, un cammino, ci facciamo nomadi per vocazione.

Inchinarsi è l’occasione di sostare su una soglia, un limite, un luogo di rischio, dove si incontra la verità dell’altro senza interpretazione.

Il luogo dell’altro è il forse.

Mi inchino per imparare ad esitare, a sostare nel non sapere di te, lasciare che tu riveli chi sei.

A molti fa paura inchinarsi, perché non sanno di essere già inchinati, in adorazione sonnambula delle proprie opinioni.

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_1543c

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...